BREXIT: dal 1° febbraio la Gran Bretagna lascia l'UE
30 gennaio 2020

Dal prossimo 1 febbraio 2020 il Regno Unito lascia ufficialmente l'UE ed avrà inizio un periodo di transizione di 11 mesi che manterrà invariate le attuali relazioni commerciali e di sicurezza fino al 31 dicembre 2020.

Fino alla fine del 2020, dunque, resta tutto invariato: la normativa e le procedure UE in materia di libera circolazione delle persone, dei servizi, dei capitali e delle merci manterranno la propria vigenza nel Regno Unito.

Solo dopo il 31 dicembre 2020, salvo diverso nuovo accordo, il Regno Unito non sarà più parte del territorio doganale e fiscale (IVA e accise) dell'Unione Europea. La circolazione delle merci tra UK ed UE verrà, dunque, considerata commercio con un Paese terzo.

In relazione alla certificazione di origine non preferenziale, sebbene il periodo transitorio consente di non apportare modifiche nell'immediato, si ritiene possa essere d'utilità fin da ora sensibilizzare le imprese all'indicazione di origine United Kingdom - quando nota - evidenziandola, conseguentemente, sui relativi certificati di origine.

Nessun limite, inoltre, nel rilascio dei certificati a destinazione Regno Unito, qualora le esigenze commerciali lo richiedano.

Consulta il comunicato dell'Agenzia delle Dogane